Domenica 20 Apr

Nessuna guerra di poltrone. Simone Bossi risponde all’assessore Demicheli.

+ 15
+ 10




Dopo le dichiarazioni dell’assessore Claudio Demicheli nei confronti del suo ex partito, proprio sulle pagine de Il Piccolo, non tarda ad arrivare la risposta del segretario provinciale della Lega, Simone Bossi. L’argomento riguarda la vera motivazione della frattura tra il la Lega Nord e la Giunta comunale di Cremona: se per Demicheli si è trattato solo di una questione di poltrone, ecco la versione di Bossi: «E’ vero che non hanno voluto mettere Alessandro Carpani alla vice presidenza di Aem, ma questo è dipeso da aperti contrasti tra lui e il sindaco Oreste Perri. Tanto più che dopo aver “scartato” hanno chiesto a me di inviare il mio curriculum per assegnarmi quel posto. Ora, se la nostra volontà fosse stata semplicemente quella di occupare delle poltrone avrei accettato, invece non l’ho fatto, in quanto ritenevo che Carpani, con una esperienza di cinque anni di Cda in Aem alle spalle, avesse molta più competenza di me.

Abbiamo preferito rinunciare a quel Cda e fare un passo indietro». Demicheli asserisce anche che la vostra scelta di passare all’opposizione vi farà perdere un consistente numero di consensi… «Premetto che ci troviamo in un momento politico piuttosto difficile, in cui tante cose stanno cambiando. Ora, una giunta che si erge a paladina della giustizia apartitica credo sia assurda e anacronistica. Basti vedere come sta gestendo la questione delle nomine: su sette posti, cinque sono andati a persone del Pd. Questo non è certo lavorare seguendo la volontà degli elettori, visto che i cittadini hanno dato mandato al centro destra di governare, e non di farlo fare a chi non c’entra nulla. Ciò detto, ritengo che l’essere usciti dalla maggioranza non ci farà affatto perdere consensi, e lo dimostra il fatto che quando ho annunciato al popolo leghista questa decisione, durante l’incontro con Maroni al Cittanova, ho ricevuto in risposta l’ovazione di tutti i presenti. Questo testimonia quanto la nostra decisione sia stata condivisa dalla base della Lega. Del resto tutti si sono resi conto che questa Giunta non ha rispettato il programma elettorale. Nessuno ha mantenuto le promesse fatte ai cittadini in campagna elettorale, su molti temi.». Sempre l’assessore vi accusa anche di aver “fatto scappare” numerosi militanti. «I consiglieri hanno deciso di andarsene per le proprie motivazioni personali. A partire da Zaffanella, che se ne è andato per la vicenda di palazzo Fodri. Ferrari e Gandolfi si commentano da sé: il giorno prima dicevano di avere la Lega nel cuore, il giorno dopo erano già nel Fli, alla faccia della coerenza. Ritengo che i nostri consiglieri siano caduti nel gioco costruito a tavolino da chi sta nella stanza dei bottoni. E d’altro canto è giusto fare anche questa considerazione: tutti e cinque, messi assieme, hanno avuto un totale di un centinaio di preferenze, e non certo la maggioranza del partito».

Si accusa l’attuale dirigenza leghista di portare alla rovina il partito: su questo cosa risponde?
«Sono dichiarazioni fatte da una persona che ha il dente avvelenato per essere stato espulso. Ricordo la decisione di espellere Demicheli, è partita dal commissario cittadino, ma è stata poi anche condivisa dai militanti, dal coordinamento provinciale – con 10 favorevoli e un solo voto di astensione – e infine approvata anche dalla segreteria nazionale. Dunque in questa vicenda ci sono stati passaggi politici ben definiti e scelte meditate. Abbiamo preso le distanze da una Giunta che non ha voluto tagliare le spese dei dirigenti, che continua ad aumentare le tasse a carico dei cittadini. Come Lega non possiamo accettare chi aumenta la spesa pubblica a dismisura, pur asserendo di aver tagliato le spese. Tutti sono in grado di recuperare risorse vessando la gente, ma questo non è accettabile. Le parole di Demicheli non mi toccano, in quanto abbiamo punti di vista molto diversi su tutte queste questioni. Sarà solo il tempo a dire chi aveva ragione ».

di Laura Bosio

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy