I paesaggi e le figure di Rossetti in mostra

+ 29
+ 28


Presso la sede dell’associazione Concordia a Pieve San Giacomo, viene inaugurata domani (alle ore 17) la mostra personale di Dario Rossetti dedicata al paesaggio e alla figura. Noto e apprezzato artista residente a Vaiano Cremasco, è presente in parecchie pubblicazioni d’arte, ha tenuto numerose esposizioni, allestite in spazi spesso molto prestigiosi sia in Italia che all’estero, sin dagli anni Settanta, conseguendo importanti premi e riconoscimenti. Nato a Monte Cremasco, Dario Rossetti si dedica alla pittura sin da giovanissimo. Esegue i suoi quadri servendosi di diverse tecniche, dall’olio all’acrilico, dall’acquerello al pastello, sino al carboncino e ai gessetti. Attraverso un tocco morbido e preciso Rossetti è riuscito a tradurre, con bella apertura immaginativa, scenari d’intensa profondità lirica e composizioni eseguite “in punta di pennello”, alternate ad altre, dalla coloristica intensa e pastosa, quasi si posassero su di un fondo preparato con la sabbia, come si faceva un tempo. Interessante anche lo studio che egli conduce, con precisa indole rappresentativa, a proposito di brani paesistici, specie della campagna lombarda - ma non solo - dove i riflessi e le velature si compenetrano efficacemente dando origine a soluzioni pigmentali scuramente molto interessanti. Scorci lacustri, vedute del territorio cremasco ritratti “en plein air”, elementi estrapolati da paesaggi che aprono la mente e lo sguardo verso infiniti orizzonti immaginativi e inducono a una serena meditazione sul rapporto fra l’uomo e la natura: tutto questo e tanto altro ancora si può trovare nella sua pittura, capace di conferire ai dettagli un’importanza davvero notevole. La mostra chiude il 20 febbraio.

Segnala questo articolo su