Ammirare l’arte passeggiando per strada

+ 17
+ 18




Il mese di luglio prevede allestimenti e appuntamenti che concludono la nuova rassegna “No where/Now here”. Sabato 14 luglio, nella sede di Tapirulan, viene inaugurata, con la presenza dell’autore, “Affiche” di Alessandro Gottardo - in arte Shout - a cura dell’Associazione Tapirulan. L’artista è uno degli illustratori italiani più affermati nel mondo. La sua mostra, aperta fino al 29 luglio, è allestita negli spazi che di norma vengono riservati alle affissioni pubblicitarie, sparsi in tutto il territorio cittadino. L’arte esce dagli stretti anfratti che comunemente le vengono riservati per proporsi direttamente ai passanti. Lo spazio espositivo è la città stessa; si può quindi visitare la mostra passando davanti ad un’opera per caso, oppure seguendo la mappa che indica la disposizione delle opere. I più pigri possono, comunque, ritrovare tutte le immagini esposte presso lo Spazio Tapirulan. Sempre il 14 luglio, alle ore 21, in piazza Roma 36, è inaugurata “Nessun dove, dappertutto: Medusa in time” a cura di Federico Fronterrè e Marta Fumagalli. Due artisti si incontrano per mescolare i loro talenti. La scultura di Marta Fumagalli e il video di Federico Fronterrè si uniscono per una riflessione sul tempo: tempo sospeso, tempo liquido, tempo mentale. La sede dell’associazione “Una specie di spazio” diventa installazione artistica (fino al 22 luglio). Dal 16 al 20 luglio, via Lungo Po Europa è animata da “Nessun dove, dappertutto: woods”, a cura di David C. Fragale, Riccardo Pirovano, Marta Fumagalli e sempre a cura dell’associazione culturale “Una specie di spazio”. Si tratta di un’operazione di land art che cresce giorno dopo giorno presso la zona delle ex Colonie Padane, la palude di Po che si muove e genera forme nuove e suggestive. I materiali utilizzati sono arbusti e viticci di legno, composti in modo da creare strutture in cui la spontaneità naturale si mischia all’artificio umano. L’assessore Jane Alquati ha dichiarato: «L’amministrazione comunale ha investito in questo progetto, il cui punto di forza è rappresentato dalla rete dei soggetti coinvolti, giovani realtà associative del territorio che si riconoscono nel comune impegno di rispondere alle esigenze espressive giovanili, non solo da un punto di vista promozionale, ma anche formativo e culturale».

di Federica Ermete

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy