Sarà una Vanoli al risparmio

+ 12
+ 12




Dopo le estenuanti trattative intercorse tra società e possibili sponsor importanti, quando tutto pareva filare liscio per consentire di chiudere tutti i discorsi e mettere “nero su bianco”, qualcuno ha avuto un ripensamento, così all’ultimo minuto il presidente Aldo Vanoli ha preso la decisione di partire per la nuova avventura, avendo un possibile “buco” da colmare, fidando sulla disponibilità e passione delle forze imprenditoriali locali, che auspichiamo daranno una mano consistente per il felice approdo della navicella biancoblu. Un “incidente di percorso”, chiamiamolo così, che non ha mancato di creare un certo allarmismo, ma che proprio per la volontà del consiglio societario, di non deludere le attese di tanti appassionati, s’è chiuso al momento senza ulteriori conseguenze. Ora però sarà indispensabile che chi si è ritirato, ci ripensi o che altri coraggiosi si diano da fare per definire un bilancio, che nella colonna delle entrate risulta deficitario. Se si vuole una Vanoli competitiva, ma soprattutto se si pensa di riconfermare l’asse portante della squadra quasi in toto, certamente lo sforzo da produrre, sarà importante. Intanto ed in primo piano, si sta trattando la conferma di Attilio Caja in panchina, per poi sottoporgli un progetto che lui dovrà approvare e successivamente i dirigenti cominceranno - anche se noi pensiamo l’abbiano già iniziato - il solito lavoro con procuratori e giocatori per formare il gruppo che andrà in campo nell’annata sportiva 2012-2013.  Per quel che riguarda l’organizzazione interna della società, pare che un ridimensionamento sarà inevitabile, ma resteranno al loro posto le assi portanti di tutta la struttura. Sul fronte mercato, è ufficiale che Jason Rich (la guardia statunitense protagonista nella salvezza della Vanoli lo scorso campionato), ha trovato “casa” in Russia e giocherà con la maglia dell’Enisey Krusnoyarks la prossima stagione. Una perdita dolorosa, poiché il ragazzo è parso veramente un vincente e non sarà facile trovargli un sostituto all’altezza. Comunque, i movimenti dei giocatori ed i relativi cambi di casacche sono in aumento. Registriamo quelli di Sanikidze da Bologna a Siena, del play Stipcevic da Varese all’Armani Milano, che si era già accaparrata Basil, mentre ha avuta conferma il passaggio di Marco Cusin da Pesaro a Cantù, che ha ceduto Andrea Cinciarini, fratello del “nostro” Daniele, alla neo promossa Reggio Emilia. Insomma il mercato è in finalmente fermento, anche se le risorse in generale scarseggiano, se si esclude l’Armani, mentre anche Siena pare destinata a ridimensionamenti. Montegranaro, infine, ha ingaggiato il coch Carlo Recalcati, icona del basket italiano. Godiamoci per ora la riconferma in serie A, sperando che chi può, dia una mano alla società, in modo che possa farci provare le forti emozioni del passato ed a Cremona sportiva di ben figurare in un così elevato contesto.
TREVISO ESCLUSA La riunione di Lega di giovedì ha definito il numero di squadre partecipanti alla serie A (16) e le date della stagione 2012-2013. I club eclusi sono Teramo (si sapeva) e Treviso, per carenza di documentazione. In assenza di colpi di scena, il basket italiano perde una piazza storica di questo sport. La stagione regolare scatterà il 30 settembre e terminerà il 5 maggio. Se nessuna squadra italiana parteciperà alla final four di Eurolega, i playoff partiranno il 9 maggio, mentre la final eight di Coppa Italia.

di Giovanni Zagni

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy