Martedi 25 Nov

Crema - La maggioranza in conclave

+ 18
+ 14




Stefania Bonaldi ha convocato i suoi in conclave. In puro stile prodiano. Si sta tenendo in queste ore presso un noto agriturismo del cremasco, il primo conclave dell’era Bonaldi. Non ci sono alti prelati, lo stile sembra più quello di una convention aziendale, ma ci sono tutti i suoi sostenitori. Tutti, proprio tutti. L’invito è giunto via mail ai capigruppo della sua maggioranza. Agli assessori. Ai membri delle liste civiche che non sono entrate in comune. Ai membri dello staff di «Amiamo Crema», il suo progetto di partecipazione. Una giornata dalle 9 alle 15 per stare assieme, per affiatare la squadra e decidere assieme le priorità. Verrebbe da chiedersi: cosa avranno ancora da dirsi? Il gruppo dovrebbe già esserci. Stiamo parlando di partiti e persone che hanno fatto un lungo percorso assieme. Hanno fatto le primarie, hanno raccolto adesioni, hanno fatto 100 progetti, hanno scritto un programma elettorale e, roba non da poco, governano la città da più di 50 giorni. Eppure qualcosa da fare c’è. Partire. Cominciare ad amministrare davvero, ma soprattutto capire in quale direzione andare. Mario Lottaroli, l’ha spiegato la scorsa settimana dalle colonne del nostro settimanale: «Dobbiamo decidere le priorità». Chiedere di conoscere il menù gastronomico della giornata, sarebbe un po’ troppo. Il menù politico invece è ormai sulla bocca di tutti.

La Bonaldi presenterà la suddivisione degli obiettivi programmatici. In pratica, dirà chi dei suoi assessori si occuperà di che cosa. Poi ancora, si passerà, grazie alla presenza di «Amiamo Crema», il nuovo laboratorio di partecipazione, a decidere come sviluppare la partecipazione alla vita amministrativa. Spazio poi alla costituzione di staff a sostegno degli assessori, e a sostegno dei progetti sui quartieri. Infine si parlerà di specifichi incarichi per i consiglieri. Dopo Walter Della Frera, arriveranno quindi nuovi consiglieri incaricati. Uno su tutti: Mario Lottaroli, incaricato dal sindaco a tenere d’occhio l’emergenza abitativa. E ti pareva. Nel menù ci sarà anche una buona notizia per gli imprenditori. Una delle portate sarà l’attivazione dei tavoli della «agenda Innovazione », un network di tavoli di confronto permanenti legati al tema dell’economia, Non è certo una soluzione concreta ai problemi più urgenti. Ma almeno cominciano a parlarne. Possiamo dire che qualcosa si muove.

di Michela Bettinelli Rossi

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy