Cantieri edili, blitz dell'Arma: 13 denunce nel Soresinese

+ 12
+ 13




Anche la provincia di Cremona è stata toccata dall’operazione “Mattone sicuro”, operazione scattata in tutta Italia in collaborazione tra CC e Ispettorato del lavoro tesa al controllo della normativa del settore edilizio. 2 i cantieri controllati, ben 13 i denunciati per varie violazioni, tutti nel Soresinese. In un cantiere presso uno stabile privato, i militari hanno denunciato 3 persone, tutti italiani e del posto, per violazioni decreto legislativo 81/2008, ovvero per non aver redatto il previsto Pos (piano operativo di sicurezza). Altre 10 denunce sono scattate in un cantiere situato fuori dal paese per varie violazioni. A finire nei guai sono stati un legale rappresentante di una ditta del veronese, per non aver vigilato sulla regolare edificazione dei ponteggi e delle impalcature; un amministratore di una società del bresciano per non aver verificato le condizioni di sicurezza dei lavoratori, 3 di una ditta del veneziano per violazioni sulla 81/2008 (piano operativo di sicurezza), uno slavo titolare di una ditta per non aver fornito operai di guanti e caschetti protettivi e per aver dato lavoro a due clandestini; 2 clandestini kosovari sprovvisti di documenti, altri due per vioazioni varie in tema di sicurezza sui luoghi di lavoro. I controlli sono stati eseguiti nei gg scorsi da parte di Carabinieri di Soresina, guidati dal Maresciallo Ornella Celletti, dai Carabinieri dell'Ispettorato del lavoro ed ispettori civili dell’Ispettorato provinciale del lavoro. Dei reati è stata informata la Procura della Repubblica di Cremona

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy