Cremo, il futuro è da decifrare

+ 12
+ 11




S

tiamo alla finestra a vedere che succede. Nebbia fitta nel destino grigiorosso, ancora tutto da decifrare in attesa di conferenze stampa o comunicati ufficiali. Dopo aver fatto da spettatori ai verdetti della stagione (a proposito, complimenti al Lanciano di Carmine Gautieri…), l’imminente futuro grigiorosso è ancora ricco di punti interrogativi. Il cavalier Arvedi deve ancora annunciare la propria permanenza o meno in seno alla società, aspetto sempre più probabile ma non ancora ufficiale. In quel momento, con tutta probabilità si conosceranno i destini di Brevi, che pare vicino alla riconferma e di Sandro Turotti. Dopo la retrocessione in Lega Pro del Vicenza, infatti, non è da escludere che l’attuale direttore sportivo grigiorosso, seppure in scadenza di contratto, possa alla fine trovarare un accordo per la propria riconferma. Il desiderio di Arvedi, in realtà, sarebbe quello di ridare tutto in mano alla coppia Randazzo-Mondonico: con il primo in qualità di consulente ed il secondo come direttore generale, confermando Brevi alla guida della squadra. L’impressione, tuttavia, è che il Mondo, al momento impegnato a fare chiarezza tra gli stralunati commenti delle trasmissioni Rai per Euro 2012, non intenda intraprendere questo nuovo incarico. Altra alternativa importante potrebbe essere la promozione definitiva di Giancarlo Finardi ad un ruolo che nel complesso sarebbe meritato alla luce di quanto fatto in questi ultimi anni. Nel frattempo, Mauro Gibellini ha trovato un accordo con il Como. Anche la formazione della rosa è tutta subordinata al puzzle societario. Attraverso la riconferma di Brevi, tuttavia, la sensazione è che si ripartirà dal gruppo con il quale il tecnico milanese ha lavorato quest’anno, a partire da elementi cardini come Fietta, Possan-zini, Pestrin, Tacchinardi, passando dai possibili riscatti di Coralli e Le Noci e, perché no, dall’inserimento di altri giovani oltre a Degeri e Favalli. Per questi ultimi due, qualora non arrivassero offerte adeguate, non è da escludere la riconferma, anche se per Degeri ci si dovrà incontrare prima con l’Inter. Per quanto riguarda possibili nomi nuovi, le voci sono molte, messe in giro per lo più da procuratori smaniosi di piazzare bene i propri giocatori, magari ad una società come la Cremonese è tra le poche a pagare regolarmente e bene in tutta la Lega Pro.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy