Villa in Verticale 2012: un’ Emozione in dieci annate

+ 17
+ 14




Lunedì 28 maggio 2012 si terrà la XVIII edizione di Villa in Verticale, l’immancabile appuntamento con le prestigiose bollicine della maison Villa Franciacorta.
La tradizionale degustazione tecnica che da diciotto anni la Cantina organizza in via esclusiva per la stampa specializzata, la rete di vendita e i migliori clienti dell’azienda, in questa edizione vedrà come protagonista il Franciacorta Brut millesimato, la cui prima bottiglia vide la luce nel 1978 con il nome di Pinot di Franciacorta Methode Champenoise.
In degustazione ben dieci annate, tra il 1983 e il 2008 (presentata in anteprima all’ultimo Vinitaly).
Un’occasione più unica che rara per assaggiare bottiglie degorgiate ben ventisei anni fa, nel 1986, e che sapranno stupire ed emozionare per la straordinaria tenuta del prodotto.
Il Franciacorta Brut vive quest’anno un momento storico particolare perché in occasione dei suoi “primi” trent’anni l’azienda Villa ha deciso di festeggiarne il compleanno dandogli un nome che potesse rievocare e celebrare al tempo stesso la sua storia: Emozione.
Ancora oggi questo vino rappresenta il biglietto da visita della maison ed è riduttivo parlare di “prodotto base” per questo Franciacorta Millesimato che riceve da sempre le medesime cure e attenzioni di tutte le riserve più importanti della collezione Villa.
Unico nel suo genere per freschezza, sapidità, versatilità e longevità, il Brut non smette di stupire, incantare e trasmettere emozioni uniche, come quelle che si potranno provare in occasione della verticale del 28 maggio.
Ottenuto da uve Chardonnay 85%, Pinot nero 10%, Pinot bianco 5%, affina per minimo 30 mesi nelle cantine interrate prima di essere commercializzato.
Di colore giallo paglierino, al naso sprigiona eleganti note floreali accompagnate da sentori delicati di frutta fresca e crosta di pane. Accarezza il palato con bollicine fini e persistenti, che ne esaltano l’elegante struttura, terminando con un intrigante e persistente retrogusto.
Corrado Cugnasco ed Ermes Vianelli, rispettivamente enologo e responsabile della produzione, il team tecnico a cui è affidata la cura dell’intera filiera produttiva, dal vigneto alla cantina, illustreranno il percorso evolutivo che ha caratterizzato le diverse vendemmie negli anni di riferimento. La degustazione tecnica sarà invece guidata da Nicola Bonera, miglior sommelier d’Italia 2010, esperto conoscitore del territorio Franciacorta, e Alessandro Scorsone, maitre sommelier di Palazzo Chigi e noto volto televisivo.
Durante la degustazione verticale, i partecipanti saranno chiamati a valutare le diverse annate proposte, considerando gli aspetti tecnici ed organolettici delle annate degustate.
Anche questa edizione di “Villa in Verticale” racconterà la storia di Villa Franciacorta: una storia che da sempre parla di passione, amore per la terra e ricerca dell’eccellenza.

Lunedì 28 maggio 2012 si terrà la XVIII edizione di Villa in Verticale, l’immancabile appuntamento con le prestigiose bollicine della maison Villa Franciacorta.

La tradizionale degustazione tecnica che da diciotto anni la Cantina organizza in via esclusiva per la stampa specializzata, la rete di vendita e i migliori clienti dell’azienda, in questa edizione vedrà come protagonista il Franciacorta Brut millesimato, la cui prima bottiglia vide la luce nel 1978 con il nome di Pinot di Franciacorta Methode Champenoise.

In degustazione ben dieci annate, tra il 1983 e il 2008 (presentata in anteprima all’ultimo Vinitaly).
Un’occasione più unica che rara per assaggiare bottiglie degorgiate ben ventisei anni fa, nel 1986, e che sapranno stupire ed emozionare per la straordinaria tenuta del prodotto.

Il Franciacorta Brut vive quest’anno un momento storico particolare perché in occasione dei suoi “primi” trent’anni l’azienda Villa ha deciso di festeggiarne il compleanno dandogli un nome che potesse rievocare e celebrare al tempo stesso la sua storia: Emozione.

Ancora oggi questo vino rappresenta il biglietto da visita della maison ed è riduttivo parlare di “prodotto base” per questo Franciacorta Millesimato che riceve da sempre le medesime cure e attenzioni di tutte le riserve più importanti della collezione Villa.

Unico nel suo genere per freschezza, sapidità, versatilità e longevità, il Brut non smette di stupire, incantare e trasmettere emozioni uniche, come quelle che si potranno provare in occasione della verticale del 28 maggio.

Ottenuto da uve Chardonnay 85%, Pinot nero 10%, Pinot bianco 5%, affina per minimo 30 mesi nelle cantine interrate prima di essere commercializzato.
Di colore giallo paglierino, al naso sprigiona eleganti note floreali accompagnate da sentori delicati di frutta fresca e crosta di pane. Accarezza il palato con bollicine fini e persistenti, che ne esaltano l’elegante struttura, terminando con un intrigante e persistente retrogusto.

Corrado Cugnasco ed Ermes Vianelli, rispettivamente enologo e responsabile della produzione, il team tecnico a cui è affidata la cura dell’intera filiera produttiva, dal vigneto alla cantina, illustreranno il percorso evolutivo che ha caratterizzato le diverse vendemmie negli anni di riferimento. La degustazione tecnica sarà invece guidata da Nicola Bonera, miglior sommelier d’Italia 2010, esperto conoscitore del territorio Franciacorta, e Alessandro Scorsone, maitre sommelier di Palazzo Chigi e noto volto televisivo.

Durante la degustazione verticale, i partecipanti saranno chiamati a valutare le diverse annate proposte, considerando gli aspetti tecnici ed organolettici delle annate degustate.

Anche questa edizione di “Villa in Verticale” racconterà la storia di Villa Franciacorta: una storia che da sempre parla di passione, amore per la terra e ricerca dell’eccellenza.  

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy