La Cremo difende il quinto posto

+ 14
+ 10




Centottanta minuti con gli aculei bene in mostra. Dopo la convincente vittoria nel derby del “Voltini”, la Cremonese è ora chiamata alla difficile trasferta in terra laziale. La contemporanea sconfitta del Barletta ha, infatti, prepotentemente riproiettato i grigiorossi nell’ultimo posto disponibile della griglia playoff con un vantaggio di tre lunghezze proprio sui pugliesi e su quel SudTirol che sarà di scena allo “Zini” nell’ultimo turno della regular season. Domenica, pertanto, al “Francioni” di Latina, i grigiorossi si ritrovano a dover difendere il quinto posto contro una formazione affamata di punti salvezza e galvanizzata dalla sonora vittoria nella sfida interna contro la capolista Trapani nel recupero di mercoledì scorso. Per farla breve, nonostante non si tratti di un derby, servirebbe una gara fotocopia rispetto a quella di mercoledì, per concentrazione, determinazione e risultato finale. Anche a Latina, proprio come a Crema, l’ambiente non sarà dei più tranquilli: qui gli stipendi pare siano in ordine, ma non più tardi di domenica scorsa, al rientro da Piacenza, i tifosi hanno contestato ferocemente il deludente pa-reggio, facendo trovare a giocatori e membri dello staff tecnico le rispettive automobili con vetri rotti, gomme tagliate e carrozzerie ammaccate. Ma dopo la vittoriosa gara contro il Trapani, è possibile che l’ambiente torni ad essere positivamente surriscaldato, spingendo la squadra di casa alla conquista di preziosi punti salvezza. D’altro canto, la Cremonese ha l’obbligo di difendere con i denti e gli aculei una posizione che potrebbe dare un senso a tutta la stagione, per poi giocarsi per l’ennesima volta le chance negli spareggi-promozione. Punti salvezza contro punti playoff… chi la spunterà? Proba-bilmente solo chi avrà più fame e voglia di vincere.

Qui Cremo Mister Brevi dovrebbe confermare a grandi linee la formazione di mercoledì scorso a Crema, eccezion fatta per gli squalificati Polenghi e Samb (riapparso dopo mesi di assenza). Favalli, invece, entra in diffida. Rientro fondamentale sarà quello di Manolo Pestrin in cabina di regìa che potrebbe scalzare il baby Degeri, tra i più positivi anche nel derby, a meno che Brevi non decida di rimpolpare il centrocampo affidandosi a due registi. Difficili da valutare i tempi di recupero di Davide Possanzini, che potrebbe recuperare in extremis per le gare di playoff. Nel trio d’attacco, quindi, confermati Le Noci e Filippini con Nizzetto che dopo la bella prova nel derby sembra nuovamente favorito sulla concorrenza.
Qui Latina Il tecnico, Stefano Sanderra, non avrà a disposizione il tamburino sardo Salvatore Burrai, grande ex di turno, oltre che elemento fondamentale per la manovra dell’undici laziale. Ci sarà, invece, Andrea Bruscagin, ex Pizzighettone, così come il giovane Fossati cresciuto nelle giovanili meneghine. In avanti, resta in dubbio la presenza del temibile Jefferson e dell’ex piacentino Tulli.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Alfonso; Semenzato, Cesar, Minelli, Favalli; Fietta, Pestrin, Dettori; Filippini, Le Noci, Nizzetto. All.: Brevi.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su


Commenti (0)Add Comment

Scrivi commento
piccolo | grande

security code
Scrivi i caratteri mostrati


busy